BS BIGSHOT / Due mondiali, tre Tour de France: LeMond è stato il Big Bang del ciclismo Usa. E ora la nuova sfida

Tempo di lettura: < 1 minuto

Ha passato da poco la boa dei sessant’anni, ma è uno dei grandi pionieri del ciclismo su strada. Prima che Greg LeMond cominciasse a vincere mondiali e Tour de France, i corridori americani nelle grandi corse non esistevano e il ciclismo Usa era al di fuori delle frontiere conosciute.

LeMond è stato il primo a fare il grande salto in Europa, grazie a un talento eccezionale e alle cure di un mentore come Fred Mengoni, l’italiano che ha accumulato tanti meriti da essere ammesso nella Hall of Fame del ciclismo Usa.

Campione del mondo a 22 anni, poi luogotenente ed erede di Hinault, dopo aver vinto il suo primo Tour de France fu quasi ucciso per sbaglio in un incidente di caccia. Si riprese lentamente, prima tornò a vivere e poi, inaspettatamente, a vincere.

Ora una nuova sfida: «Ho una leucemia mieloide cronicaha fatto sapere sul suo profilo Facebook qualche giorno fa – fortunatamente si tratta di un tipo di cancro curabile che non è debilitante per la vita». Con un grande in bocca al lupo, gli dedichiamo questa galleria di immagini che ripercorrono una carriera eccezionale.

SCORRI LE IMMAGINI QUI SOTTO…