Roglic: «Non sono ancora al mio meglio, ma il Delfinato mi servirà per arrivare pronto alla partenza del Tour de France»

Roglic
Primoz Roglic al Giro del Delfinato 2022 (foto: A.S.O./AurelienVialatte)
Tempo di lettura: < 1 minuto

La grande sfida tra Primoz Roglic e Tadej Pogacar è già iniziata. Il primo ha scelto il Delfinato per preparare il Tour, il secondo ha preferito l’aria di Livigno, rimandando al Giro di Slovenia il rientro alle corse. Proprio la breve corsa a tappe francese ha visto Roglic impegnato in una prova contro il tempo dove ha fatto registrare un tempo superiore di 42 secondi rispetto al vincitore Filippo Ganna.

Una prova discreta che gli ha permesso di incrementare il proprio vantaggio sugli altri corridori di classifica, ma in cui non ha brillato come ci poteva immaginare. «Non sono al meglio, sicuramente, ma queste corse mi servono proprio ad affinare la condizione. Mentalmente però sto bene e anche la prestazione è più che soddisfacente. Nel fine settimana arriveranno le grandi montagne, solo lì capiremo il mio vero stato di condizione».