Delfinato al via con Roglic e Vingegaard. E Pogacar cosa fa? Duri allenamenti a Livigno prima di volare in Slovenia

Pogacar
Tadej Pogacar in azione alla Tirreno-Adriatico 2022 (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si è disputata oggi la prima tappa del Giro del Delfinato (con vittoria di Van Aert), da sempre crocevia importante per affinare la propria condizione in vista del Tour de France. C’è Roglic, che la maglia gialla l’ha sfiorata, c’è Vingegaard, secondo lo scorso anno, così come ci sono tutti gli uomini più attesi per la classifica generale. Manca però Tadej Pogacar, che ha scelto un percorso diverso di avvicinamento alla Grande Boucle.

Lo sloveno, che non corre dalla Freccia Vallone, si sta allenando duramente a Livigno insieme ad alcuni compagni di squadra. Nelle scorse settimane invece è andato in ricognizione su alcune salite che potrebbero rivelarsi decisive nella sfida alla vittoria finale. Dal 15 al 19 giugno Pogacar tornerà in Slovenia per il Giro omonimo davanti al pubblico di casa, che lo accoglierà ancora una volta come un eroe. E poi? Si vola in Francia con in testa il terzo Tour della sua ancora brevissima carriera…