MET Trenta 3K Carbon Mips Air: il casco di Pogacar

Pogacar
Tadej Pogacar in azione alla Milano-Sanremo 2022
Tempo di lettura: 2 minuti

Si avvicina il Tour de France e tutti gli occhi sono puntati su Tadej Pogacar, vincitore delle ultime due edizioni, che anche quest’anno insieme ai suoi compagni della UAE Team Emirates indosserà il casco MET Trenta 3K Carbon, ulteriormente migliorato grazie all’aggiunta del sistema di protezione MIPS AIR.

Il MIPS AIR si sostituisce alle classiche imbottiture al fine di alleggerire il casco, ma migliorandone le proprietà protettive. Si tratta essenzialmente di un sistema estremamente avanzato di gestione delle forze rotazionali. In caso di impatti specifici può fare davvero la differenza.

Il casco MET Trenta 3K Carbon, come suggerisce il nome, è dotato della tecnologia 3K Carbon, una soluzione trovata dagli ingegneri dell’azienda che hanno visto come il modulo elastico del carbonio permette di ridurre la densità dell’EPS del 20%, senza comprometterne la capacità di assorbire gli urti.

Il disegno del casco utilizzato da Pogacar prevede una feritoia NACA che genera un flusso d’aria rinfrescante e che grazie all’effetto Venturi canalizza il vento espellendolo linearmente dagli sfiati insieme al calore accumulato all’interno. Un risultato che guarda all’aerodinamica, alla performance e al comfort.

All’aerodinamica e alla canalizzazione dei flussi pensa anche la coda tubolare e il deflettore inclinato di 25°. La prima ha un profilo più basso nella parte posteriore, sviluppato attraverso specifici test in galleria del vento nel laboratorio Newton di Milano. Infine le due feritoie frontali, con sottile rivestimento gommoso, disegnate per offrire una sede sicura agli occhiali da sole.

www.methelmets.com