Giro d’Italia, 18ª tappa: percorso, favoriti e diretta tv. L’ultima volata

Fuggitivi all'attacco durante la sedicesima tappa del Giro d'Italia (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: 2 minuti

La diciottesima tappa rappresenta l’unico momento per tirare il fiato nella terza settimana di un Giro d’Italia molto duro. Prima dei round finali dello scontro tra i big per il Trofeo Senza Fine, si chiude il sipario sui velocisti. La frazione odierna è infatti disegnata per loro, ma visto il tracciato ondulato nessuno in gruppo potrà rilassarsi troppo.

Partenza da Borgo Valsugana, provincia di Trento, lunga traversata verso il Veneto e la pianura trevigiana, per arrivare a Treviso. Solo 150 chilometri, per un tracciato mosso che comprende anche due Gran Premi della Montagna di quarta categoria, ininfluenti ai fini della corsa. Due piccole asperità molto caratteristiche e rinomate: Le Scale di Primolano, nella prima metà di gara, e il Muro di Ca’ del Poggio, nella seconda metà di tappa. In più due traguardi volanti a Valdobbiadene, dove si entra nel territorio di produzione del Prosecco, e a Susegana, antipasto dello sprint conclusivo, quando mancano trentacinque chilometri al traguardo.

Il finale è caratterizzato da un circuito di 11 chilometri all’interno di Treviso da ripetere una volta. Attenzione quindi ai numerosi ostacoli urbani, spesso decisivi ai fini dell’organizzazione dei treni delle varie squadre. Le strade sono comunque ampie e l’ultima curva è posta a 1200 metri dall’arrivo. Ultima occasione dunque per gli sprinter che vorranno alzare le braccia al cielo.

I favoriti

Chi sarà l’ultimo velocista a trionfare al Giro d’Italia? Rispetto alle precedenti volate potrebbero essere cambiate le carte in tavole, viste le tante salite, indigeste ad ogni sprinter, affrontate finora. I favori del pronostico ricadono innanzitutto su Arnaud Demare (Groupama-FDJ), maglia ciclamino indiscussa, che vorrà provare a vincere il quarto sprint per realizzare un poker difficile da dimenticare.

Ad ostacolare il velocista francese ci saranno Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl), vincitore a Balatonfured, Fernando Gaviria (UAE Emirates), che ha sfiorato il successo più volte, Alberto Dainese (Team DSM), a braccia alzate sul traguardo di Reggio Emilia.

Uomini meno in luce come Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious), Simone Consonni (Cofidis), Magnus Cort Nielsen (EF Education-EasyPost), Andrea Vendrame (AG2R Citroen) e Edward Theuns (Trek-Segafredo) possono provare a far bene. Senza sottovalutare mai Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix), anche in uno sprint di gruppo.

Dove guardare la 18ª tappa del Giro d’Italia in tv

Sarà possibile seguire in diretta televisiva la 18ª tappa del Giro d’Italia dalle ore 13:40 su Rai Sport ed Eurosport. Dalle ore 14:00 anche su Rai 2.