Froome pensa al ritiro dopo il Tour. Troppo lontano dai suoi livelli pre-incidente

Froome
Chris Froome alla partenza dell'UAE Tour 2021 in maglia Israel StartUp-Nation (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Philippe Gilbert, Vincenzo Nibali e Alejandro Valverde saluteranno il ciclismo a fine stagione, chiudendo un epoca d’oro di questo sport fatto di grande vittorie nelle classiche e nei grandi Giri. Alla lista dei ritiri eccellenti potrebbe aggiungersi però anche Chris Froome, ancora alle prese con il difficile recupero dal terribile infortunio del Giro del Delfinato 2019.

Il britannico infatti è apparso spesso in sofferenza anche in questo inizio di stagione, tanto che potrebbe annunciare il proprio ritiro dopo il Tour de France. Froome parteciperà al Delfinato dal 5 al 12 giugno con la speranza di conquistare la convocazione per la Grande Boucle, la corsa che lo ha reso grande con quattro successi.

Una scelta sofferta, ma che non lascia molte altre possibilità al “keniano bianco”, mai realmente tornato ai livelli di un tempo. Lui però non vuole mollare e chissà che proprio il Tour non possa regalargli un’ultima grande soddisfazione…