GIRO D’ITALIA / Eolo-Kometa: Fortunato e Albanese i leader, Rosa la mina vagante

Fortunato
Lorenzo Fortunato in una foto d'archivio
Tempo di lettura: 2 minuti

Si inizia a completare la startlist del Giro d’Italia 2022. Una dopo l’altra le squadre stanno annunciando i propri roster per la corsa rosa. Oggi è il turno della Eolo-Kometa, una delle quattro Professional al via di Budapest, guidata in ammiraglia da Stefano Zanatta. L’anima azzurra di questa squadra è forte, tanto che ben sette su otto corridori sono italiani.

I capitani sono essenzialmente due. Vincenzo Albanese per gli arrivi leggermente movimentati e Lorenzo Fortunato, che invece proverà a restare in classifica nella prima settimana per poi vedere dove potrà arrivare. La vittoria sullo Zoncolan dello scorso anno gli ha dato grande spinta. Chissà se anche in questa edizione potrà cogliere un successo di tappa di tale prestigio.

Ad aiutare Fortunato ci sarà l’esperto Diego Rosa, tornato in Italia dopo diverse esperienze tra Astana, Sky e Arkèa-Samsic. Proverà a gettarsi nella mischia delle volate Francesco Gavazzi, mentre grande attenzione c’è su Erik Fetter, l’ungherese che vivrà un sogno nel pedalare tra le strade di casa in una corsa importante come il Giro d’Italia. Completano la selezione Davide Bais, Mirko Maestri e Samuele Rivi che avranno il compito di andare in fuga.

Le dichiarazioni di Contador e Basso

Fran Contador – GM EOLO-KOMETA Cycling Team: “Arriviamo a questo Giro d’Italia con la squadra giusta, con la squadra adeguata, una squadra pronta per questa corsa. Una squadra perfetta e adattata al percorso che ci aspetta. Credo inoltre che la presenza di un corridore ungherese come Fetter, con la partenza a Budapest, sia qualcosa di molto importante per noi e per il nostro sponsor Kometa”.

Ivan Basso – Sport Manager EOLO-KOMETA Cycling Team: “Arriviamo al Giro esattamente come volevamo arrivare, con una squadra che si è ben allenata e si è ben comportata in questi ultimi mesi correndo molto bene in tutte le corse che ha fatto. Questo è sicuramente frutto della consapevolezza maturata da un anno in più fatto insieme. Il messaggio è uno solo: umiltà, piedi per terra, perché questa è la prima regola al Giro d’Italia. Questa è la corsa dell’anno: abbiamo 21 giorni in cui dovremo dimostrare di esserci meritati l’invito e dovremo cercare di farci cercare e trovare dai tifosi. Non ci mettiamo dei limiti, ma vogliamo partire dal risultato dell’anno scorso e migliorarci”.

Eolo-Kometa: gli otto uomini per il Giro d’Italia

Vincenzo ALBANESE (ITA)

Davide BAIS (ITA)

Erik FETTER (HUN)

Lorenzo FORTUNATO (ITA)

Francesco GAVAZZI (ITA)

Mirko MAESTRI (ITA)

Samuele RIVI (ITA)

Diego ROSA (ITA)