UAE Tour, “Top e Flop” della 1ª tappa: Philipsen e la Alpecin si confermano ad alti livelli. Demare e Ackermann non si vedono

Philipsen
La volata vincente di Jasper Philipen nella prima tappa dell'UAE Tour 2021 (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si è aperto oggi con la 1ª tappa l’UAE Tour 2022, prima corsa WorldTour della stagione. Con una volata poderosa e grazie all’aiuto dei suoi compagni, Jasper Philipsen si è imposto a Madinat Zayed, mettendosi alle spalle numerosi velocisti di primo piano.

I “Top”: Philpsen e la Alpecin-Fenix

Non può dunque che essere lui il “Top” della giornata. Il velocista belga, al debutto quest’anno, dimostra così i progressi fatti l’anno scorso, presentandosi come una mina vagante molto importante per le prossime corse. Ricordiamo che il suo 2021 è stato a dir poco eccezionale, ricordando che ha solo 23 anni. Scheldeprijs, due successi in Turchia, due alla Vuelta di Spagna, classica di Francoforte e altre tre corse di secondo piano. Niente male…

La Alpecin-Fenix, altra “Top” di questa prima tappa, dimostra così di non contare solo sul talento e la classe cristallina di Mathieu Van der Poel. Philipsen, così come Tim Merlier, è pronto a prendersi la squadra sulle spalle e a vincere diverse gare WorldTour, nonostante la licenza professional.

I “Flop”: le delusioni della prima tappa dell’UAE Tour

Essendo la prima volata di livello della stagione è difficile sentenziare, ma guardando all’ordine d’arrivo non potevamo che aspettarci qualcosa in più da Arnaud Demare e Pascal Ackermann. Il francese, scortato fino al momento dello sprint dai suoi compagni, non è riuscito a tenere la ruota dei suoi avversari.

Il tedesco, che da quest’anno è passato alla UAE Team Emirates squadra di casa all’UAE Tour, si è mosso piuttosto male nel finale, restando bloccato nelle retrovie. Il suo risultato al traguardo è un amaro decimo posto. Appuntamento a domani per la rivincita.