Alessandro Covi, magic box: ha l’X Factor dei campioni. E l’Italia sogna

Alessandro Covi con la maglia di leader alla Ruta del Sol
Tempo di lettura: 2 minuti

Parla italiano la Vuelta a Andalucia. Nella seconda giornata la corsa iberica non tradisce le attese e regala grandi emozioni nella frazione che da Archidona ha portato il gruppo ad Alcalá la Real. In una giornata dove sono stati affrontati ben cinque gpm, il più freddo di tutti è stato Alessandro Covi (UAE Team Emirates). Il giovane corridore varesino è rimasto in testa  sull’ultima asperità di giornata, un muro con pendenze oltre il 10 %, piazzando una stoccata decisiva a poche centinaia di metri dal traguardo. Un tempismo perfetto che non ha lasciato spazio agli inseguitori. Si sono dovuti così arrendere Miguel Ángel López e Ivan Ramiro Sosa, giunti rispettivamente secondo e terzo sul traguardo. Ottimo piazzamento per Domenico Pozzovivo (Intermarché Wanty-Gobert-Matériaux) che chiude settimo.

Parte la fuga ma il gruppo la tiene sotto controllo

Sono cinque i corridori che animano la corsa fin dalle prime battute di giornata. Il gruppo lascia spazio ma, memore del clamoroso errore di ieri, decide di mantenere i fuggitivi a portata di tiro. A guidare il gruppo nella prima parte di tappa sono le formazioni della Sport Vlaanderen Baloise e della Intermarché Wanty-Gobert-Matériaux. Il vantaggio massimo a cui arrivano gli attaccanti raggiunge i 4’10’’ allo scollinamento del primo gpm, l’alto del Higueral. Nella seconda parte di gara prendono le redini della corsa la Ineos Grenadiers, l’AG2R e la BikeExchange. Il vantaggio del drappello cala così drasticamente a 1’20’’ a 30km dal traguardo. Il ricongiungimento completo avviene ai -10 km. Gruppo compatto. È battaglia per prendere la posizione migliore sull’ultimo strappo di giornata che prevede anche dei tratti in pavé. Il più astuto è Alessandro Covi che a poche centinaia di metri dal traguardo con un’azione di cuore e grinta sorprende tutti ed infila la stoccata vincente. Nulla possono López e Sosa che si erano sganciati dal gruppo. Vittoria di tappa e non solo per l’italiano: anche la leadership di classifica e la prima maglia gialla.

« Sono in un buono stato di forma adesso. Ho lavorato sodo durante l’inverno e sono riuscito a perdere del peso. Sto sfruttando le gambe che ho adesso e voglio solo godermi il momento. So che sarà dura difendere la maglia gialla ma ci proverò giorno dopo giorno»

Queste le parole del fresco e sorridente vincitore di giornata.

Un grande inizio di stagione per Alessandro Covi

Merita parole di elogio Covi. Il classe 1998 coglie oggi la seconda vittoria stagionale a solo cinque giorni di distanza dalla prima. Il 12 Febbraio infatti il corridore varesino aveva alzato le braccia alla Vuelta Ciclista a la Region de Murcia Costa Calida dove aveva battuto un altro italiano ben più esperto, Matteo Trentin. Ieri Covi aveva ottenuto un ottimo piazzamento in top 10 ma oggi si è superato. La prova che ha fornito non può passare inosservata. Un inizio di stagione veramente interessante quello dell’atleta UAE Team Emirates che già nel Grand Prix Cycliste de Marseille La Marseillaise aveva ottenuto un buon nono posto. Attenzione dunque anche alle prossime uscite del talento azzurro: nel mirino mette già la Omloop Het Nieuwsblad.

Speriamo che la tappa di oggi sia solo il primo di tanti successi stagionali.