Tempo di lettura: < 1 minuto

Sull’Aprica la dedica al figlio, ma Simoni è furibondo: «Signori in questo mondo non ce ne sono più»

Mentre Basso e Simoni avanzano sulle non terribili pendenze dell’Aprica, sono in molti a immaginare che il leader si accontenti della ormai certa vittoria del Giro, lasciando all’avversario la vittoria di tappa. Basso invece ha altri programmi e a circa due chilometri dal traguardo aumenta l’andatura senza scattare, quel tanto che gli basta per togliere Simoni dalla ruota. All’arrivo, estrae dalla tasca l’immagine del figlio Santiago, appena nato. Un finale di grande intensità emotiva, che però lascia presto spazio alla polemica più acre, innescata da un inviperito Simoni. «Mentre scendevamo giù dal Mortirolo, mi ha chiesto di non staccarlo. Io ho lavorato parecchio nel finale, ho collaborato, e poi… se avessi saputo mi sarei dato meno da fare. Signori in giro non ce ne sono più…».