Salta l’accordo tra PremierTech e BikeExchange. Gerry Ryan si oppone alle richieste dell’azienda canadese

Yates
Simon Yates e i suoi compagni della BikeExchange alla Tirreno-Adriatico 2021 (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nelle idee del CEO di Premier Tech Jean Bélanger c’era quella di continuare a sponsorizzare una formazione WorldTour dopo l’addio all’Astana. La rottura tra l’azienda canadese e la formazione kazaka è stata piuttosto brusca, ma non ha impedito al brand di elettrodomestici di tentare di raggiungere un accordo con il Team BikeExchange.

Secondo quanto riporta CyclingNews le trattative tra le due parti sembrano essersi interrotte. Alla base della mancata finalizzazione del contratto ci sarebbe la volontà di PremierTech di mettere in campo fino a 5 milioni di euro pur di acquisire una importante quota di partecipazione azionaria nel nuovo team.

Alla proposta dell’azienda canadese si è scontrato il “no” secco di Gerry Ryan, presidente di BikeExchange. Come conseguenza della trattativa saltata non si muoveranno dall’Astana neppure Jakob Fuglsang e Hugo Houle che sono entrambi legati a PremierTech come sponsorship. Il rischio è che non trovino posto neppure nella formazione kazaka, dovendo in pochissimo tempo trovare una nuova sistemazione per il futuro.