C’è fermento nella Biesse Arvedi: nel 2022 arriva Nicoletti come diesse, nel 2023 Ciuccarelli passerà professionista con Savio

Ciuccarelli
Riccardo Ciuccarelli vince l'ottava tappa ad Andalo del Giro d'Italia U23 (foto: IsolaPress)
Tempo di lettura: < 1 minuto

La stagione della Biesse Arvedi era iniziata con quello che, almeno apparentemente, si poteva definire un passo indietro: non più una Continental, ma una formazione dilettantistica tradizionale. La stagione di Marco Milesi e dei suoi ragazzi, invece, è stata eccellente: Belleri si è rivelato un attaccante indomabile e capace di vincere (al Santa Rita, il 14 agosto), Bonelli ha centrato un successo di tappa al Giro e Ciuccarelli, la nota più lieta della stagione, ha centrato una delle frazioni più impegnative della corsa rosa e una grande classica del calendario italiano, il Gran Premio di Poggiana. I suoi ottimi risultati non sono passati inosservati: dal 2023, infatti, il marchigiano passerà professionista con la Drone Hopper di Gianni Savio.

Grandi manovre anche sul fronte dei direttori sportivi: al fianco di Marco Milesi, infatti, dal prossimo anno ci sarà Dario Nicoletti, storica figura di riferimento del Velo Club Mendrisio-Immoprogramm, che dopo ben ventuno anni lascia la formazione svizzera. Per la Biesse Arvedi, che dal prossimo anno tornerà a far parte delle Continental e la cui denominazione diventerà Biesse Carrera, si preannuncia una stagione decisamente intensa.