Giro d’Italia / Ciccone, game over: ufficiale il ritiro dell’abruzzese

La sofferenza di Giulio Ciccone durante la salita di Sega di Ala. Oggi l'abruzzese della Trek-Segafredo ha abbandonato il Giro d'Italia
Tempo di lettura: < 1 minuto

Giulio Ciccone ha provato a stringere i denti, ma non è bastato. Il corridore abruzzese della Trek-Segafredo sembrava in grado di proseguire il Giro d’Italia nonostante la brutta caduta nella tappa di ieri, nella Canazei-Sega di Ala. I postumi dell’incidente, invece, si sono rivelati più duri del previsto e lo hanno indotto a ritirarsi.

Decisione difficile

Il direttore sportivo della Trek Segafredo Luca Guercilena ha spiegato ai microfoni di Rai Sport: «Abbiamo preso la decisione di non farlo partire. Ha avuto una forte reazione alla tappa di ieri. Abbiamo fatto una prova di partenza, ma già arrivando verso il foglio firma ha faticato a pedalare, anche per via della febbre. Meglio fermarlo».