Nibali, il recupero continua: nuovo step per lo Squalo verso il Giro d’Italia

Vincenzo Nibali intento in una seduta di fisioterapia (foto: Trek-Segafredo)
Tempo di lettura: 2 minuti

Il recupero di Vincenzo Nibali procede con nuovi e promettenti step, giorno dopo giorno. D’altronde l’inizio del Giro d’Italia si avvicina e il siciliano vuole esserci e dimostrare a tutti di che pasta è fatto.

A sei giorni dalla caduta il percorso di recupero è ormai pienamente avviato. Il corridore della Trek-Segafredo, come riportato dal sito della squadra, ha ricevuto oggi un tutore in carbonio, disegnato dal “Fisiology Center” di Forlì.

il medico della squadra Emilio Magni ha spiegato sui canali ufficiali del team cosa è stato fatto: “Il tutore è stato modellato per garantire il massimo grip tra la mano di Vincenzo e il manubrio della sua bici. Questo è un aspetto fondamentale per capire le reali possibilità dell’atleta di poter gareggiare in sicurezza.
Giovedì è previsto un incontro con il medico che ha operato Nibali e gli verranno rimossi i punti sul braccio. Abbiamo anche programmata una risonanza per stabilire come procede il rimarginamento della frattura. Tutti questi passaggi di monitoraggio e di continua fisioterapia ci permetteranno di capire quando iniziare il prossimo step, ovvero il ritorno in bici di Vincenzo“.

L’augurio che ci facciamo, da amanti di questo sport e delle grandi sfide, è che Vincenzo possa essere al via del Giro d’Italia, che partirà l’8 maggio da Torino. Il tempo scorre ma sembra che “lo squalo” sia sulla giusta strada, quelle dei prossimi giorni saranno visite decisive, mancano 17 giorni al via della “Corsa Rosa” e noi non desideriamo altro che vedere Vincenzo pronto a battagliare sulle nostre strade.