Damiani rassicura: «Viviani sta bene, per fortuna nessuna frattura»

Roberto Damiani, direttore sportivo del Team Cofidis
Tempo di lettura: < 1 minuto

Non è stata la giornata migliore per Elia Viviani. Il corridore veronese della Cofidis è incappato in una brutta caduta alla Dwars door Vlaanderen. La scivolata lo ha costretto a ritirarsi, sollevando più di una preoccupazione sulle sue condizioni di salute. Timori che sono aumentati di fronte alla notizia del trasferimento in ospedale.

Rassicurazioni

Quibicisport.it ha contattato telefonicamente il Direttore Sportivo della Cofidis Roberto Damiani, che ha fatto luce sulle condizioni di Viviani al momento: «Elia si è diretto in ospedale per un accertamento, ma non sono state riscontrate fratture. Pare sia scivolato in curva picchiando duro. Ha provato a proseguire subito, ma si è reso conto di essere ormai troppo lontano. Così ha deciso di abbandonare la gara per fare controlli accurati sulla sua condizione. Per fortuna ha riportato solo alcune escoriazioni, niente di rotto». E, per il momento, l’Italia ciclistica tira un sospiro di sollievo.

Conferma

Arrivano ulteriori conferme a riguardo da parte della squadra: Viviani è incappato nella caduta ai meno 60 dal traguardo ed è stato trasportato in ospedale, dove è ancora ricoverato. Presto dovrebbe essere dimesso. Le escoriazioni rimediate nella scivolata restano comunque lievi.