Tour de France, Hinault non dà chance ai corridori transalpini: «Al momento non vedo qualcuno che possa succedermi nell’albo d’oro»

Bernard Hinault premia Julian Alaphilippe sul podio della 13^tappa del Tour de France 2019 (foto: A.S.O./Alex BROADWAY)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Anche nel 2020 il tabù della vittoria francese al Tour de France ha resistito ancora. La prossima stagione, dunque, saranno 36 anni dall’ultima vittoria di un transalpino alla Grande Boucle, una corsa che per i corridori d’Oltralpe sembra decisamente stregata.

Il giudizio del “Tasso”

L’ultimo a riuscirci, nel lontano 1985, resta sempre il grande Bernard Hinault che in quella stagione salì sul gradino più alto del podio di Parigi davanti a Greg Lemond e Stephen Roche.

Proprio il “Tasso”, colorito soprannome del bretone, sembra piuttosto pessimista sulle possibilità che a breve un corridore francese riesca a imporsi al Tour. Interpellato in merito da AFP, Hinault ha dichiarato che, pur con «un cambio generazionale in corso», non vede fra gli atleti del suo paese qualcuno in grado di riuscire nell’impresa.

«Al momento non vedo un francese che possa succedermi nell’albo d’oro. Sarei felice di incontrarlo» ha detto Hinault con più che una punta di sano realismo.

Nessun candidato

Secondo il campione del mondo di Sallanches 1980, fra i transalpini che recentemente si sono avvicinati al bersaglio grosso o che hanno messo la maglia gialla nel mirino non vi è nessuno che possa puntare concretamente al successo finale.

«Alaphilippe sulle grandi montagne soffrirà, Pinot non credo possa vincere. Gaudu? Non mi sembra che abbia in testa l’idea di vincere. È importante lasciargli fare ciò che vuole, magari provare a vincere qualche tappa».

La soluzione

Per Hinault quindi, appurato come nessun profilo sulla carta lo convinca, c’è un solo modo per vedere un francese sul tetto del Tour.

«Bisogna provare a fare quello che ha fatto Thomas Voeckler nel 2011 e ottenere 10 minuti di vantaggio»

Già, ma chi lascerà un margine così ampio come quello concesso nove anni fa a “T-Blanc”?