Giro d’Italia, 15ª tappa: vince Geoghegan Hart! Almeida tiene la rosa. Crollano Nibali e Fuglsang

Tao Geoghegan Hart
Tao Geoghegan Hart, vittorioso sul traguardo di Piancavallo al Giro d'Italia 2020

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DELLA 15ª TAPPA DEL GIRO D’ITALIA

Dopo Pantani e Landa è il turno di Geoghegan Hart!!!! Sua la tappa di Piancavallo! Secondo Kelderman, terzo Hindley, quarto Almeida a 37” secondi, mantiene la maglia rosa. Quinto Majka a 1’22”, sesto Konrad a 1’29”, settimo Knox, davanti a Pello Bilbao, Fuglsang e Nibali tutti a 1’36”.

Ordine d’arrivo 15ª tappa

1GEOGHEGAN HART TaoIneos Grenadier4h58’52”
2KELDERMAN WilcoTeam Sunweb+2″
3HINDLEY JayTeam Sunweb+4″
4ALMEIDA JoãoDeceuninck Quick Step+37″
5MAJKA RafałBORA-hansgrohe+1’22”
6KONRAD PatrickBORA-hansgrohe+1’29”
7KNOX JamesDeceuninck Quick Step+1’36”
8BILBAO PelloBahrain McLaren+1’36”
9FUGLSANG JakobAstana+1’36”
10NIBALI VincenzoTrek Segafredo+1’36”

Classifica generale

1ALMEIDA JoãoDeceuninck-Quickstep59h27’38”
2KELDERMAN WilcoSunweb+0’15”
3HINDLEY JaiSunweb+2’56”
4GEOGHEGAN HART TaoIneos Grenadier+2’57”
5BILBAO PelloBahrain McLaren+3’10”
6MAJKA RafalBora-hansgrohe+3’18”
7NIBALI VincenzoTrek Segafredo+3’29”
8POZZOVIVO DomenicoNTT Pro Cycling+3’50”
9KONRAD PatrickBora-hansgrohe+4’09”
10MASNADA FaustoDeceuninck Quick Step+4’12”

Sarà volata a tre: Geoghegan Hart è sicuramente il più veloce! E infatti vince il britannico della Ineos! Quinto successo di tappa per loro a questo Giro! 5 successi di tappa su 15 tappe.

ULTIMO CHILOMETRO

16.24 (-2 km) Hindley, Keldermann e Geoghegan Hart hanno sempre 30” sulla maglia rosa. Lotta sul filo dei secondi!

16.22 (-2 km) Nibali, Bilbao, Fuglsang, Knox e Konrad stanno per rientrare su Masnada e Majka.

16.21 (-2 km) Quasi 30” ora il ritardo di Almeida. La sua maglia rosa vacilla!

16.19 (-3 km) 23” per i tre davanti su Almeida. Nibali a oltre 1′ è stato raggiunto da Fuglsang e Knox. McNulty e Pozzovivo molto più indietro.

16.17 (-4 km) 20” il ritardo di Almeida che potrebbe conservare la maglia rosa. Ricordiamo come la salita negli ultimi tre chilometri spiana.

16.16 (-5 km) Sempre Hindley a fare il ritmo nel terzetto di testa. Almeida perde qualcosa: 15” sui tre.

16.14 (- 5 km) Almeida ha una decina di secondi dai tre di testa. Nibali perde quasi un minuto.

16.12 (- 6km) 7” il ritardo di Almeida dai tre di testa.

16.10 (-7 km) Restano solo in 3 davanti! Hindley, Geoghegan Hart e Kelderman. Almeida ha qualche metro di ritardo, più indietro Majka e poi Masnada.

16.09 (-7 km) Un magnifico Masnada è ancora col gruppo di testa.

16.08 (-7 km) Bilbao raggiunge Nibali e Konrad e ha 20” dal gruppo Almeida. Fuglsang è più indietro con McNulty.

16.06 (-8 km) Nibali è staccato di qualche metro ed è insieme a Kornad. Fuglsang molto più indietro in compagnia di Fabbro.

16.05 (-8 km) In difficoltà anche Nibali e la salita è molto lunga ancora! Restano in sette nel gruppetto di testa. Majka rientra su Almeida.

16.03 (-9 km) Restano in sette davanti: Kelderman, Hamilton, Hindley, Nibali, Masnada, Almeida e Geoghegan Hart. In difficoltà Majka, saltato Fuglsang!

16.00 (-9 km) Attenzione gruppo sparpagliato! Restano in meno di una decina in gruppo. Si stacca Pozzovivo, ripreso Dennis.

15.59 (-10 km) Bilbao non brillantissimo in coda al gruppo.

15.58 (-10 km) Ancora Sunweb a mettere il gruppo in fila.

15.55 (-11 km) Il gruppo ormai ha a tiro anche Samitier e Visconti. Resta solo Dennis in avanscoperta.

15.53 (-12 km) Uno alla volta vengono presi tutti gli ex protagonisti della corsa.

15.50 (-13 km) C’è il forcing di Felline, gruppo molto allungato.

15.48 (-13,5 km) Visconti e Samitier allungano dal gruppo inseguitori. Si stacca subito Zakarin dal gruppo.

15.46 (-15 km) Inizia la salita di Piancavallo! Dennis ha 1′ sui cinque inseguitori e 2′ sul gruppo tirato da Astana e Sunweb.

15.41 (-19 km) Manca poco all’inizio della salita decisiva di questa tappa: Piancavallo. Riuscirà Almeida a tenere la maglia rosa?

15.37 (-23 km) A pancia a terra continua il grande lavoro della Sunweb in gruppo. Sorte dei fuggitivi ormai segnata.

15.31 (-28 km) Dennis nel fondovalle con 37″ su Samitier, Villella, Visconti De Gendt e Vendrame. Gruppo a 2’40”.

15.18 (-38,5 km) Dennis è in testa da solo dopo il terzo GPM di giornata. Alle sue spalle De Gendt con una manciata di secondi. A 1′ Samitier, Villella, Visconti e Vendrame. Gruppo a 3’19”.

14.57 (-49 km) De Gendt e Dennis se ne vanno. Visconti prova a resistere ma perde le loro ruote.

14.46 (-54 km) Inizia la penultima salita di giornata: la Forcella di Pala Barzana.

14.44 (-55 km) Il corridore della Cofidis coinvolto nella precedente caduta era Edet che viene assistito dai medici.

14.41 (-59 km) Bruttissima caduta in coda al gruppo: coinvolti Cepeda (Androni), Narvaez (Ineos) e un corridore della Cofidis che rimane a terra.

14.39 (-59 km) Rientra Villella sui fuggitivi.

14.31 (-65 km) Foratura per Villella che paga quasi 1′ ora sul gruppo di testa. Gruppo invece sempre tirato dagli uomini del Team Sunweb ora è a 4’00.

14.21 (-71 km) Pozzovivo è rientrato in gruppo grazie all’aiuto dei suoi compagni di squadra. Gruppo maglia rosa, in discesa, a 4’32” dai fuggitivi.

14.14 (-79km) Mentre in gruppo fora Pozzovivo, davanti Visconti passa per primo anche sul GPM della Forcella di Rest.

14.05 (-82 km) Team Sunweb a tirare in testa al gruppo, distacco sceso a 5’05”.

13.56 (-84,5 km) Scende ancora il vantaggio degli attaccanti: 5’20”

13.51 (-87 km) Fuggitivi alle prese con la Forcella di Monte Rest

13.49 (-88 km) Situazione cristallizzata. Il gruppo ha sotto controllo la situazione in vista della salita della Forcella di Monte Rest, affrontata per la prima volta nel 1987: l’anno del “Tradimento di Sappada”

13.45 (-90 km) Cambio di bici per Andrea Vendrame

13.37 CADUTA in testa al gruppo: coinvolti Sobrero e Conti

13.36 RADIOCORSA informa del ritiro di GIANLUCA BRAMBILLA. Nibali perde un altro uomo importante!

13.35 (-95,8 km) Sempre NTT e Sunweb in cabina di regia del gruppo maglia rosa

13.28 (-101,2 km) Vendrame primo allo sprint intermedio di Villa Santina, seguito da De Gendt

13.25 (-102,8 km) Il gruppo rosicchia altri trenta secondi: 5’27”

13.22 (-104,5 km) Velocità media registrata finora: 39,4 km/h

Seconda ora di corsa al Giro!

13.18 (-107,5 km) Gruppo in lieve recupero: 5’57”

13.13 (-110 km) Carboni procede a 3’30” dalla testa della corsa. In solitaria, potrebbe rialzarsi

13.09 (-114,5 km) Dietro Visconti sulla Sella Chianzutan nell’ordine: Holmes, Vendrame, De Gendt, Dennis e Villella

13.03 (-119,6 km) Giovanni Visconti (Vini Zabù-KTM) 1° al GPM di Sella Chianzutan. Con questi 18 punti il siciliano diventa maglia azzurra virtuale!

13.01 (-121 km) Maglie della Sunweb e della NTT a guidare il gruppo principale

12.58 (-122 km) Samitier, scortato da Villella, raggiunge il drappello di testa. Ottima tattica della Movistar

12.56 Tre chilometri al passaggio sulla Sella Chianzutan

12.52 (-124 km) Samitier e Carboni stanno imprimendo il massimo delle loro forze sui pedali. Insieme potrebbero recuperare rispetto al gruppetto di testa

12.45 Il GPM di Sella Chianzutan viene affrontato per la terza volta al Giro, dopo quelle del 2010 e del 2017

I fuggitivi che stanno caratterizzando l’apertura della tappa di oggi

12.37 (-130,4 km) Guerreiro e Samitier i diretti inseguitori a 2’15”, Carboni a 2’35”. Gruppo maglia rosa a 6’51”

12.36 (-131,3 km) La fuga va! 6’35” il margine accumulato sul gruppo che procede al rallenty

12.35 (-132 km) Haas si rialza, non tiene il passo dei compagni di avventura

12.30 (-138 km) Guerreiro è in compagnia di Haas a 1’30” dalla testa della corsa. 20″ più indietro Carboni e Samitier

12.26 (-140 km) Il gruppo lascia terreno. La Deceuninck-Quick Step non si preoccupa di forzare i ritmi

12.24 (-142 km) Attacca anche Ruben Guerreiro (EF), la maglia azzurra

12.22 (-143 km) Dal gruppo escono Giovanni Carboni (Bardiani-CSF-Faizanè) e Sergio Samitier (Movistar)

Prima ora di corsa al Giro!

12.20 (-145 km) Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM) e Nathan Haas (Cofidis) perdono contatto in testa

12.15 (-149 km) Il gruppo rallenta e lascia campo ai coraggiosi di giornata

12.10 (-152 km) A breve inizia la prima salita di giornata: Sella Chianzutan (9.6 km al 5.6%), davanti aumenta l’andatura. Vediamo chi riuscirà a resistere

12.02 (-157,6 km) La CCC è la squadra più attiva nell’inseguimento. Quale sarà il piano degli “Orange”?

12.00 (-159 km) Situazione magmatica: 26″ tra fuga e gruppo

11.54 Queste le posizioni in classifica dei 12 attaccanti: Villella il migliore a quasi 48′ da Almeida

17VENDRAME Andrea+1:26:01
214CHIRICO Luca+1:53:05
322BOARO Manuele+1:35:44
436PADUN Mark+1:10:33
574HAAS Nathan+2:36:30
6116NAVARRO Daniel+1:14:22
7122DE GENDT Thomas+1:16:16
8126HOLMES Matthew+2:09:35
9148VILLELLA Davide+48:07
10163DENNIS Rohan+1:46:32
11211VISCONTI Giovanni+1:30:24
12218ZARDINI Edoardo+1:49:10

11.51 (-165,5 km) Duello tra fuggitivi e gruppo: vantaggio intorno ai 20″

11.48 (-169 km) Oltre 5000 metri di dislivello da affrontare oggi

11.45 (-171,6 km) Sono 12 i corridori al comando: Andrea Vendrame (AG2r La Mondiale), Alessandro Bisolti (Androni Giocattoli-Sidermec), Manuele Boaro (Astana), Mark Padun (Bahrain-MCLaren), Nathan Haas (Cofidis), Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Davide Villella (Movistar), Rohan Dennis (Ineos Grenadier), Giovanni Visconti (Vini Zabù- KTM) ed Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM)

11.39 (-174,4 km) Tentativo di fuga in testa. A breve la composizione

11.38 Giornata cruciale anche per la conquista delle maglia azzurra dei GPM, la classifica attuale

1) Ruben Guerreiro (EF) 87 pt
2) Giovanni Visconti (VZK) 76 pt
3) Filippo Ganna (INE) 48 pt
4) Jonathan Castroviejo (INE) 45 pt
5) Jonathan Caicedo (EF) 40 pt
6) Simon Pellaud (AND) 39 pt
7) Matthew Holmes (LOT) 20 pt
8) Domenico Pozzovivo (NTT) 20 pt
9) Lawrence Warbasse (AG2R) 20 pt
10) Kilian Frankiny (GFDJ) 20 pt

11.30 Segnaliamo il ritiro di Juan Sebastian Molano (UAE Emirates) caduto ieri

11.27 Ricordiamo la classifica generale dopo la cronometro del Prosecco

1) João Almeida (DQT) in 54h28’09”
2) Wilco Kelderman (SUN) +56”
3) Pello Bilbao (TBM) +2’11”
4) Brandon McNulty (UAD) +2’23”
5) Vincenzo Nibali (TFS) +2’30”
6) Rafal Majka (BOH) +2’33”
7) Domenico Pozzovivo (NTT) +2’33”
8) Fausto Masnada (DQT) +3’11”
9) Patrick Konrad (BOH) +3’17”
10) Jai Hindley (SUN) +3’33”

11.20 (-185 km) Parte la tappa!

11.11 (-193,8 km) In testa le maglie dei leader delle classifiche. Corridori “in volo” verso il via ufficiale!

11.05 (-208,8 km) Final countdown! Conto alla rovescia. Ci siamo, inizia lo spettacolo!

Dopo 8,8 km di trasferimento verrà data la partenza ufficiale dalla Villa Manin a Passariano di Codroipo

Le acrobazie delle Frecce Tricolori sul cielo di Rivolto. Tutti in piedi per l’Inno di Mameli!

Amici, appassionati di ciclismo, benvenuti su quibicisport.it. Pronti per il live della 15ª tappa del Giro d’Italia 2020, dalla Base Aerea di Rivolto a Piancavallo, totale di 185 chilometri. Frazione a quattro stelle, secondo la scala di difficoltà. Grande attesa per la lotta alla maglia rosa, sulle spalle di João Almeida per il tredicesimo giorno consecutivo.

Il percorso della 15a tappa del Giro d’Italia

Il Giro d’Italia parte per la prima volta da una Base Aerea Militare. I corridori, dopo il bellissimo show delle Frecce Tricolori partiranno per infiammare le strade con il loro spettacolo. Quattro i GPM in programma: Sella Chianzutan (10,6 km al 5,4%), Forcella di Monte Rest (7,4 km al 7,5%), Forcella di Pala Barzana (13,3 km al 4,4%) e la Salita di Piancavallo dove probabilmente si deciderà la tappa (14,5 km al 7,8% con punte del 14%). Chilometri già consegnati alla storia del Giro d’Italia: nel 1998 con il trionfo di Marco Pantani davanti a Pavel Tonkov e Alex Zülle e nel 2017 celebrando il sigillo di Mikel Landa, in maglia azzurra di leader degli scalatori.

I favoriti

Menù da scalatori. Il piatto forte della 15ª tappa del Giro d’Italia sono le salite. João Almeida e Wilco Kelderman, i migliori tra i big nella crono del Prosecco. Avranno ancora energie da spendere nel serbatoio? I tempi di recupero sono minimi e la differenza ruota intorno a piccoli particolari. Da rivedere Vincenzo Nibali, staccato di 2’30” dalla maglia rosa in classifica generale, che dovrà inventarsi gioco-forza un’azione temeraria e coraggiosa per riaprire un Giro finora difficile per lui. Focus anche su Domenico Pozzovivo e Jakob Fuglsang. Stelle da favoriti marchiate sui nomi di Rafal Majka, Brandon McNulty e Tao Geoghegan Hart: oggi avranno la grande occasione per avvicinarsi al podio.