Tirreno-Adriatico, le pagelle: Umberto Orsini da applausi, Ackermann versione Superman

ackermann podio
Pascal Ackermann sul podio della seconda tappa della Tirreno-Adriatico 2020 in maglia azzurra di leader della generale. (Foto LaPresse/FabioFerrari/RCS)
Tempo di lettura: 2 minuti

ACKERMANN: 9 – Il finale di tappa oggi presentava più di qualche insidia rispetto a quello di ieri. Prendere le posizioni di testa è stata una vera e propria bagarre. La Bora-Hansgrohe gli ha spalancato le porte della vittoria con un lavoro sublime, lui ha confezionato una volata bellissima per un’altra notte da leader.

GAVIRIA: 7 – Niente da fare per il successo di giornata, ma almeno a Follonica ha lottato fino all’ultimo centimetro. Ora per centrare il bersaglio grosso, il colombiano dovrà aspettare sabato quando la Tirreno-Adriatico arriverà nelle Marche, a Senigallia.

ZABEL: 7 – Sembra proprio il caso di dire “buon sangue non mente”: Rick, con il padre Erik, oltre a una curiosa assonanza tra nome e cognome, condivide la capacità di buttarsi senza paura nella mischia. Terzo posto che fa morale.

BALLERINI: 7 – Davide nel duello contro Golia (Ackermann) ha recitato una parte da protagonista. Un arrivo così avvincente è merito anche di chi conclude alle spalle del vincitore, segnale che il primato se lo sia dovuto sudare.

CIMOLAI: 6,5 – 6° ieri, 6° oggi. Per la costanza e il coraggio di giocarsela con sprinter puri si guadagna mezzo voto di stima e un nuovo piazzamento nella TOP TEN.

ORSINI: 7 – Zio correva sempre all’attacco. È stato un vero modello da seguire per me, molto importante per la mia crescita“. Lo zio di Umberto Orsini è un certo Andrea Tafi e l’azione realizzata sulle strade della sua Toscana, ha confermato l’indole di famiglia.

FELLINE e NIBALI, quelli delle borracce: 7 – Un ruolo fondamentale nel rendimento collettivo di un team lo ricoprono i corridori responsabili dei rifornimenti: Fabio Felline (Astana) e Antonio Nibali (Trek-Segafredo) con le magliette cariche dribblano e superano in agilità l’intero gruppo. L’azzurro dell’Astana ne perde una strada facendo, ma a quelle velocità non si scherza.

Pineta e Lungomare di FOLLONICA: 10 – Scenario impareggiabile, fantastico, mozzafiato. Le immagini dall’elicottero hanno valorizzato la splendida Riserva Naturale Tomboli di Follonica. I colori della carovana della Tirreno-Adriatico a chiudere il cerchio per un’atmosfera unica.