Europei, crono uomini: Küng è una locomotiva, Affini è solo quinto

Stefan Küng, nuovo campione europeo a cronometro
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quando Küng, partito un minuto dopo, lo ha raggiunto e lasciato, è stato chiaro che per Edoardo Affini salire sul podio europeo sarebbe stato molto difficile. Il ventiquattrenne della Mitchelton-Scott, reduce dal terzo posto ai campionati italiani e bronzo agli Europei dello scorso anno, non è andato al di là del quinto posto.

Primo, è arrivato proprio lo svizzero Stefan Küng, ventiseienne della Groupama, che in carriera ha già una vittoria di tappa al Tour de France nel 2017 e il terzo posto al Mondiale su strada dello scorso anno. Ha coperto i 26,5 chilometri del percorso alla media di 50,7 all’ora.

Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), campione Europeo due anni fa e tra i massimi favoriti della vigilia, ha chiuso al terzo posto, dietro a Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step), fresco campione nazionale a cronometro.

L’altro azzurro in gara, Alexander Konychev, si è piazzato 17° su 27 partenti, a 3’08”.

L’ordine d’arrivo

1Stefan KüngSvi30’18”
2Rémi CavagnaFra+18″
3Victor CampenaertsBel+22″
4Alex DowsettGbr+1’04”
5Edoardo AffiniIta+1’16”